Cosa Facciamo

L’Agenzia per l’Abitare è la struttura operativa di animazione e coordinamento in ambito urbano, di azioni tese allo sviluppo e la gestione di città, quartieri, borghi. L’Agenzia svolge azioni concrete di costruzione di luoghi per vivere e abitare, ad alta qualità spaziale e relazionale.

L’Agenzia è pensata come aggregazione di imprese cooperative specializzate nei diversi settori di competenza, capaci di dare risposta alla pluralità dei bisogni dei residenti.

Questa struttura operativa diventa anche Osservatorio e Centro Studi delle dinamiche dell’Abitare urbano e promozione della Cultura del Common Housing.

L’Agenzia opera sul territorio regionale (Abruzzo) e attiva gli Sportelli Casa nelle città a maggiore tensione abitativa con vari progetti di sviluppo urbano.

L’Agenzia è l’elemento catalizzatore della filiera e aggregatore di soggetti capaci di incidere sullo sviluppo urbano: banche e sistema creditizio/finanziario, organizzazioni di categoria, associazioni locali, istituzioni, imprese, enti di ricerca.

Altro ambito di azione dell’Agenzia è quello dello sviluppo e coordinamento di progetti nei centri “minori” ed interni dell’Abruzzo, organizzando i residenti in Cooperative di Comunità capaci di attivare micro-economie partendo dalle risorse stesse dei territori (dal patrimonio immobiliare inattivo, alla banca della terra, alle tipicità locali, all’energia ecc.).

INTERVENTI URBANI

Scopo dell’Agenzia è sviluppare interventi di qualità attraverso imprese cooperative che hanno come finalità un mutuo beneficio tra i soci, in modo che ognuno sia protagonista e reso partecipe di tutte le fasi degli interventi urbani.

Vogliamo attivare progetti strategici in ambiti territoriali definiti per contribuire a creare e rafforzare il senso di appartenenza, di comunità e di cura degli spazi collettivi.

L’obiettivo è uno sviluppo sostenibile in ambito economico e sociale che renda gli abitanti i veri protagonisti dello sviluppo locale.

SERVIZI PER L’ABITARE

L’Agenzia lavora con una rete di associazioni, imprese, enti, aziende che sono soggetti attivi sul territorio, ognuno dei quali svolge un ruolo fondamentale nel migliorare la qualità della vita degli abitanti.

L’isolamento dell’individuo ha oggi diverse cause come le idee di benessere, per la ricerca di libertà individuale, le condizioni demografiche, per l’invecchiamento della popolazione, le modalità di lavoro precario e carente, le percezione del tempo, sempre meno e più veloce e il senso di insicurezza, che porta a segregarsi per paura.

A questo rispondiamo con nuove forme di abitare che si basano su ecosistemi di relazioni: luoghi di possibilità e di incontro tra persone, e tra persone e luoghi caratterizzati dalla qualità, quantità e disposizione dei legami sociali da cui sono costituite e dalla capacità dei loro membri di trasformare questi incontri in forme sociali finalizzate a risultati condivisi.

Animazione Urbana

La conversione degli utenti in soggetti attivi e partecipativi dello sviluppo urbano è l’azione che permette la maggiore condivisione e quindi la conseguente sostenibilità economica e sociale dei diversi progetti intrapresi (dalla gestione degli spazi pubblici alla promozione d’interventi immobiliari in Abitare Sociale sia in trasformazione che in nuova edificazione), e di generare valore relazionale tra i residenti e conseguentemente di appropriazione e appartenenza al bene collettivo.

Centro Studi

L’AGENZIA PER L’ABITARE È PRINCIPALMENTE UN OSSERVATORIO

Il centro studi dell’Agenzia si occupa di studiare le dinamiche delle trasformazioni che coinvolgono gli abitanti e la società.

E’ il luogo in cui si comprendono e si definiscono meglio i contorni di quanto si sta muovendo nei territori urbani, per essere pronti ad intercettare i nuovi bisogni e a capire le nuove esigenze.

Capire, quantificare, studiare, rendere chiari i fenomeni in atto nella società, ci aiuta a dare risposte credibili attraverso i nostri interventi.

Il centro studi è un laboratorio aperto che si avvale di professionisti diversi e approfondisce le tematiche lavorando trasversalmente con soggetti interni ed esterni all’Agenzia, anche confrontandosi con il quadro internazionale e con enti di ricerca e Università.